Background ADV
  • Domenica 24 Febbraio 2019 - Aggiornato alle 06:10

Vucinic: "Dobbiamo sfruttare al meglio questo breve periodo per arrivare pronti alle Final Eight"

Nel frattempo domenica (ore 12) arriva Brescia: "Hanno un buon mix di giocatori esperti e giovani. Dobbiamo evitare di commettere gli errori fatti nel finale della partita con Ventspils"

Vucinic: "Dobbiamo sfruttare al meglio questo breve periodo per arrivare pronti alle Final Eight"

La sconfitta di martedì contro Ventspils brucia ancora e coach Vucinic sente ancora lo scotto dell'eliminazione in Champions. L'allenatore serbo è però concentrato sullla gara di domenica contro Brescia, decisiva per invertire il trend negativo.
"Dopo la deludente sconfitta di martedì che ha segnato definitivamente il nostro percorso in Champions, dobbiamo fare tutto quello che possiamo in questo breve periodo per essere pronti a fare meglio in serie A e per arrivare pronti alle Final Eight. Domenica ci aspetta un altro banco di prova importante, con una squadra molto dura che arriva al Pala del Mauro. In serie A sono tutte partite molto difficili e loro vengono da una brutta sconfitta in casa contro Trieste. Hanno un roster ben costruito con un buon mix di giocatori esperti come Vitali e Moss e giovani come Abass, Hamilton e Beverly e ora possono contare sull'aiuto di Cunningham. Continuiamo a lavorare per tornare ad essere una squadra, abbiamo avuto problemi con gli infortuni e inserire i nuovi è sempre difficile. Dobbiamo velocizzare il processo."

La squadra ha fatto registrare un passo indietro nelle ultime uscite, con tante iniziative personali e qualche amnesia difensiva che ricordano sinistramente l'inizio della stagione.
"Sono opinioni soggettive. Certamente srve più fluidità dal punto di vista offensivo, ma spesso quando si pensa alle individualità si guarda ai singoli. Sykes e Green sono i più in forma e si guarda loro, ma anche Filloy ha dato il suo contributo ma ha avuto problemi di falli. Dobbiamo registrare questo aspetto."

Come sempre Vucinic sottolinea come gli alti e bassi all'interno di una stagione siano fisiologici e prova a vedere il bicchiere mezzo pieno.
"Come dico spesso abbiamo avuto strisce positive e ora ne viviamo una negativa. A nessuno piace questa situazione e non siamo nel nostro migliore periodo di forma ma vogliamo migliorare. Le crisi vanno e vengono. Anche nella partita contro Ventspils abbiamo mostrato continuità ma abbiamo commesso errori nei momenti decisivi. Ora l'obbiettivo primario è quello di non ripetere questi errori nelle fasi cruciali del match."

Ancora una volta la panchina sembra essere il reale tallone d'Achille della Sidigas. Spesso, infatti, i giocatori che non partono in quintetto hanno aiutato troppo poco i titolari nel corso di queste partite perse.
"Abbiamo bisogno che la panchina ci aiuti di più Non possiamo nascondere l'importanza di questa fase della stagione e dobbiamo migliorare. Non posso dire di più perché dobbiamo giocare meglio se vogliamo arrivare pronti alla Coppa Italia. Ora però dobbiamo pensare a Brescia."

Proprio la gara con Brescia aveva segnato un punto di svolta nella stagione della Sidigas. Ora l'allenatore serbo si augura possa succedere lo stesso nel girone di ritorno.
"Sarebbe bello ripetere la performance dell'andata. La chimica non ci manca e questo ve lo posso assicurare. Purtroppo il nostro livello di forma non è soddisfacente perché con gli infortuni e i nuovi innesti non è semplice trovare una continuità."

Ultima modifica ilVenerdì, 08 Febbraio 2019 10:54

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.