L’Alessandria è in Serie B. Dopo la finale playoff dell’andata all’Euganeo, terminata 0-0, anche la gara di ritorno tra i piemontesi e il Padova è terminata a reti bianche.

Nulla è cambiato nei tempi supplementari, dove le due squadre, ancora una volta, non sono riuscite a farsi male.

L’emozionante epilogo si è avuto dunque ai calci di rigore, dove l’Alessandria si è imposta per 5-4. Fatale per i biancoscudati l’ultimo rigore tirato da Gasbarro, che non ha portato dunque la serie ad oltranza.

La squadra di Andrea Mandorlini, dunque, si ritroverà a giocare la Lega Pro anche per il prossimo anno, mentre l’Alessandria può festeggiare il ritorno in Serie B, categoria dalla quale mancava dalla stagione 1974-75.

ALESSANDRIA (3-4-1-2): Pisseri; Parodi (dal 16′ sts Rubin), Di Gennaro, Prestia; Mustacchio, Casarini (dal 24′ st Giorno), Bruccini, Celia; Chiarello (dal 24′ st Di Quinzio); Corazza (dal 10′ sts Stanco), Arrighini (dal 36′ st Eusepi). A disposizione: Crisanto, Crosta, Cosenza, Podda, Gazzi, Frediani, Macchioni, Mora. Allenatore: M. Longo.

PADOVA (4-3-2-1): Dini; Germano, Rossettini, Kresic, Curcio; Hraiech (dal 3′ pts M. Mandorlini), Hallfredsson (dal 5′ sts Vasic), Jelenic (dal 25′ st Bifulco); Chiricò (dal 3′ pts Gasbarro), Ronaldo; Biasci (dal 43′ st Paponi). A disposizione: Vannucchi, Merelli, Firenze, Andelkovic, Nicastro, Pelagatti, Cissè.  Allenatore: A. Mandorlini.

Reti: –

Ammonizioni: Bruccini, Hallfredsson, Casarini, Kresic, Saber, A. Mandorlini per proteste, Giorno

Recupero: 1 minuto nel primo tempo, 5 minuti nella ripresa, nessuno nel primo tempo supplementare, 2 minuti nel secondo tempo supplementare

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui