Bonus spesa, l’ISEE non è necessario: come presentare richiesta

I consumatori potranno contare su un nuovo Bonus spesa che non richiede la presentazione dell’ISEE. Scopriamo di più.

Per combattere l’inflazione arriverà un supporto aggiuntivo volto ad alleggerire i costi della spesa alimentare.

Dopo la Carta risparmio spesa dedicata alle famiglie con ISEE sotto i 15 mila euro è in arrivo un nuovo Bonus che non prevede la presentazione dell’Indicatore della Situazione Economica Equivalente. Si tratta di un supporto anti-inflazione per gli italiani che vivono la spesa come un incubo. I prezzi sono triplicati e le speculazioni di certo non aiutano i consumatori in un periodo già difficile sotto tanti punti di vista.

Tra mutui, carburante, beni di prima necessità, l’inizio della scuola con i costi dei libri in aumento, la situazione è molto grave e tante famiglie arrivano faticosamente a fine mese senza finire con il conto in rotto. La Carta dedicata a te è stato un aiuto quasi obbligato al pari del Bonus sociale per lo sconto in bolletta. Rimangono misure riservate a chi si trovava sotto una certa soglia ISEE (e in molti casi pur rispettando i requisiti l’aiuto non è arrivato). Ora arriva un altro Bonus senza ISEE.

Il Bonus per la spesa senza ISEE, la novità in arrivo

Non occorrerà presentare alcuna certificazione ISEE per approfittare dell’aiuto erogato dallo Stato. In realtà non si tratta di un vero e proprio Bonus con erogazione di soldi direttamente nelle tasche dei cittadini. Dal 1° ottobre al 31 dicembre 2023 scatterà il trimestre anti-inflazione. 

Prezzi calmierati come Bonus per tutti
Paniere con prezzi calmierati – Ilciriaco.it

I consumatori potranno approfittare di un paniere di prodotti a prezzi calmierati o scontati. Farmaci, generi alimentari, beni per la prima infanzia, tre mesi di risparmio assicurato per tutti, indipendentemente dall’ISEE. Un Bonus sulla stregua della Carta dedicata a te per quanto riguarda l’acquisto di pane, pasta, frutta, zucchero, farina, passate di pomodoro, riso, olio a prezzi inferiori rispetto quelli attuali. Includerà, in più rispetto alla Card, i medicinali e i prodotti dell’infanzia senza alcun limite di acquisto. La Carta risparmio invece ha un importo di 382,50 euro.

Come detto i prezzi calmierati saranno applicati dai negozi aderenti all’iniziativa per tre mesi, da ottobre a dicembre. Per riconoscere i supermercati che propongono il paniere anti-inflazione basterà notare se riportano o meno il bollino digitale apposto sui beni selezionati. Si tratta di un segno distintivo che permetterà ai consumatori di capire subito quali sono i prodotti del risparmio.

L’obiettivo è proteggere il potere d’acquisto delle famiglie. Non rimane che attendere due settimane per risvegliarsi dall’incubo della spesa.

Impostazioni privacy