In pensione con 15 anni di contributi versati: nel 2024 sarà possibile, come funziona

Se hai solo 15 anni di contributi puoi comunque andare in pensione nel 2024. Ancora per il prossimo anno sarà in vigore una certa misura. 

Raggiungere il requisito contributivo minimo di 20 anni non è così scontato come sembra. Ci sono mille ragioni per le quali un lavoratore può non riuscirci. Ma c’è un modo per andare in pensione con solo 15 anni di contributi.

Pensione con 15 anni di contributi
Puoi andare in pensione con 15 anni di contributi/ Ilciriaco.it

Sono tante le persone che hanno iniziato a lavorare tardi o che hanno avuto carriere discontinue e che, dunque, non raggiungono i 20 anni di contributi necessari al pensionamento secondo quanto stabilito dalla legge Fornero. Che fare allora? Gettare nel cestino i contributi versati e chiedere l’assegno sociale? Assolutamente no.

C’è una misura poco conosciuta ma utilissima proprio per tutte quelle persone che hanno meno di 20 anni di contributi. Con questa misura, addirittura, è possibile accedere alla pensione con solo 15 anni di contributi. Questa opzione sarà disponibile anche nel 2024, in seguito non si sa se verrà cancellata oppure no. Dunque se hai 15 anni di contributi affrettati perché potresti riuscire ad andare in pensione già il prossimo anno.

Come andare in pensione con 15 anni di contributi nel 2024

Ti bastano 15 anni di contributi per andare in pensione nel 2024. No, non è uno scherzo. È tutto vero ed è possibile grazie ad una vecchia misura che quasi nessuno conosce.

Chi può andare in pensione con 15 anni di contributi
Ecco come andare in pensione con 15 anni di contributi/ Ilciriaco.it

Nel 2024 potrai andare in pensione con solo 15 anni di contributi grazie alle tre deroghe Amato. Naturalmente tu dovrai scegliere quella che si addice alla tua situazione contributiva. La prima deroga Amato consente di andare in pensione con solo 15 anni di contributi se tutti sono stati versati entro il 31 dicembre 1992. La seconda deroga Amato, invece, ti permette di andare in pensione con 15 anni di contributi se l’autorizzazione al versamento dei contributi volontari è stata approvata entro il 31 dicembre 1992 anche se poi tu non li hai versati.

Infine la terza e ultima deroga Amato consente il pensionamento con solo 15 anni di contributi a due condizioni: per almeno 10 anni devi aver lavorato meno di 52 settimane l’anno e i contributi devono essere stati versati almeno 25 anni prima della richiesta di pensionamento. Se rientri in uno di questi tre casi allora già il prossimo anno potrai iniziare a ricevere la tua pensione anche se hai appena 15 anni di contributi. Se, invece, hai un’invalidità specifica che riguarda il tuo lavoro, ti bastano 5 anni di contributi per accedere alla pensione.

L’inabilità al lavoro, cioè un tipo di invalidità che ti rende impossibile continuare a svolgere la tua mansione specifica, ti consente di andare in pensione con solo 5 anni di contributi purché almeno 3 siano immediatamente antecedenti alla richiesta di pensionamento. Infine se non rientri in nessuno di questi casi, sappi che raggiunti i 71 anni di età viene meno l’obbligo dei 20 anni di contributi ma ne bastano 5 purché tutti versati dopo il 1995, cioè dopo la riforma Dini che ha segnato il passaggio dal sistema retributivo al sistema contributivo.

Impostazioni privacy