Migliora la tua casa, ti danno un bonus di 1800 euro

Ben 1.800 euro per migliorare la nostra casa. Ecco requisiti e modalità per ottenere questo incentivo stabilito per il 2024

A partire dalla pandemia da Covid-19, sono proliferati i bonus e gli incentivi per ogni settore e ambito. In particolare, anche per il miglioramento delle nostre abitazioni. Il bonus di cui vi parliamo oggi è molto interessante perché ci permette di usufruire di ben 1.800 euro per migliorare la nostra casa. Ecco per cosa è previsto e come ottenerlo.

1.800 euro per la casa
1.800 euro per migliorare la nostra casa – (ilciriaco.it)

Un nuovo programma di incentivi promosso dal governo sta attirando l’attenzione degli amanti del verde e degli ecologisti di cuore. Si tratta di un premio destinato a coloro che dedicano tempo e risorse alla cura dei loro spazi verdi privati, trasformandoli in oasi rigogliose di natura. L’obiettivo principale di questa iniziativa è quello di stimolare i proprietari di immobili a rendere più belli e vivibili gli spazi esterni.

Un bonus da 1.800 euro per migliorare la casa

Il bonus, che può raggiungere fino a 1.800 euro, è conosciuto come “bonus verde” ed è rivolto agli interventi di miglioramento delle aree verdi negli edifici privati. Chi desidera accedere a questo beneficio deve investire nella trasformazione e nell’abbellimento di giardini, terrazze e balconi di loro proprietà, migliorandone l’aspetto estetico e funzionale.

1.800 euro per la casa
Un bonus da 1.800 euro per rendere più “verde” la nostra casa – (ilciriaco.it)

Per ottenere il premio, è necessario sostenere le spese per i lavori di riqualificazione, che devono essere innovativi o volti a migliorare la situazione già esistente. Sono inclusi nel premio interventi come la realizzazione di giardini pensili, coperture a verde, impianti di irrigazione e la sistemazione di aree verdi scoperte.

Il processo per richiedere il bonus verde è semplice ma richiede attenzione ai dettagli. Dopo aver sostenuto le spese per i lavori, è importante conservare le ricevute fiscali o le fatture emesse dalla ditta che ha eseguito gli interventi. Inoltre, i pagamenti devono essere effettuati tramite mezzi di pagamento tracciabili.

Una volta completati i lavori e ottenuti i documenti necessari, i beneficiari devono compilare un’autocertificazione che attesti il totale delle spese sostenute e la conformità alle normative vigenti. Successivamente, le spese devono essere riportate nella dichiarazione dei redditi, specificamente nel modello 730 nel quadro E con il codice 12, per ricevere lo sconto sull’Imposta sul Reddito delle Persone Fisiche (Irpef).

È importante sottolineare che il bonus verde è destinato esclusivamente agli immobili ad uso abitativo e non è disponibile per negozi, uffici o altri edifici non destinati alla residenza. Tuttavia, se un immobile ha un utilizzo misto, sia abitativo che d’ufficio, il beneficio concesso è ridotto del 50% rispetto a quello previsto per gli immobili totalmente ad uso abitativo.

Impostazioni privacy