Background ADV
  • Venerdì 14 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 00:03

CasaPound, Di Stefano illustra il programma: fuori dall’euro e stop immigrazione. Ci negano Piazzale della Resistenza? Allora niente tfr agli ex partigiani, lo ha istituito Mussolini

Il candidato premier del movimento di estrema destra ad Avellino ospite de Il Manipolo. Sede preclusa ad alcune testate giornalistiche, le interviste però si fanno lo stesso, su suolo pubblico

CasaPound, Di Stefano illustra il programma: fuori dall’euro e stop immigrazione. Ci negano Piazzale della Resistenza? Allora niente tfr agli ex partigiani, lo ha istituito Mussolini

"Vietare l'utilizzo del Piazzale della Resistenza ai militanti di CasaPound è sciocco, sarebbe come dire che un ex partigiano non debba usufruire di Tfr e istituto pensionistico perché li ha istituiti Mussolini". Il candidato premier del movimento di estrema destra, Simone Di Stefano inserisce Avellino tra le tappe del suo viaggio elettorale e si concede, su pubblica strada, ai cronisti presenti davanti a Il Manipolo, la sede irpina di CdP a via Trinità. Dentro non tutte le testate erano gradite: "c'è una lista" spiega sull'uscio un militante addetto agli ingressi (Il Ciriaco non era nella white list). Appena arrivato, sotto l'occhio attento di Polizia, Digos e Carabinieri, Di Stefano ha subito risposto allo strascico di polemiche che aveva anticipato la sua venuta. A partire dalla revoca della delibera dirigenziale comunale che aveva lasciato Piazzale della Resistenza a disposizione dei partecipanti alla manifestazione, fino alla richiesta odierna di Potere al Popolo Irpinia di non autorizzare la manifestazione "roba da vetero guerra civile".

Poi Di Stefano si sofferma sul programma elettorale: "supereremo lo sbarramento perché siamo l'unica forza politica che continua a portare avanti temi cari agli elettori, come l'uscita dall'euro e dall'Unione Europea, clamorosamente abbandonate dal Movimento cinque stelle e da Matteo Salvini. Oggi siamo gli unici in grado di raccogliere la protesta contro l'Europa che ci schiaccia e ci soffoca: tanti elettori sono stanchi di Salvini, Meloni e Berlusconi che alla fine si è rimesso in pista, per cui ci sono tanti voti in uscita dalla destra che siamo pronti a raccogliere. L'Italia deve tornare ad essere sovrana della sua moneta e del suo bilancio".

Nel video l'intervista integrale

Ultima modifica ilSabato, 13 Gennaio 2018 21:59

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.