10 cose che possono preservare la salute mentale dei bambini: le rivelano gli esperti

Come migliorare la salute mentale dei bambini, ecco delle sane abitudini davvero utili per non fare deprimere i ragazzi.

Oggi è il 15 gennaio, ed è quello che le persone chiamano il Blue Monday, si tratta di una delle giornate più deprimenti dell’anno, solitamente ogni anno questa giornata cade nel terzo lunedì di gennaio. È nato attraverso una formula che tiene in considerazione diversi fattori come ad esempio il clima, i debiti accumulati durante le festività, il tempo trascorso dal Natale e la bassa motivazione.

Salute mentale bambini
Salute mentale, 10 cose per preservarla- (ilciriaco.it)

A coniare il termine, è stato lo psicologo Cliff Arnall nel 2005, indipendentemente da questa giornata in particolare, diversi bambini e adolescenti vengono spesso trascurati riguardo la loro salute mentale. Purtroppo questo è un tema che viene spesso sminuito e sul quale ancora oggi, non si fa abbastanza attenzione. Nel Regno Unito ad esempio, cinque bambini per classe avrebbero problemi di salute mentale, un quarto delle ragazze di 17 anni sarebbero autolesioniste. Il suicidio rimane una delle principali cause di morte tra i ragazzi e i giovani, si tratta di un problema enorme.

Come preservare la salute mentale dei ragazzi

Quando si ha un figlio, si hanno delle responsabilità, cercare di aiutarlo a farlo stare bene è una delle prime cose che dobbiamo fare, per questa ragione, è importante che il bambino si senta stabile fin da quando è piccolo. Ciò è possibile costruendo una routine quotidiana e rispettandola il più possibile, in modo da farlo sentire sicuro, in questo modo infatti il piccolo saprà cosa lo aspetta.

Preservare salute mentale
Salute mentale, il consiglio degli esperti (ilciriaco.it)

Seguire una routine infatti, ci porta ad avere uno stile di vita equilibrato, sono sufficienti delle piccole abitudini da portare avanti con costanza, sarà fondamentale inoltre preparare dei pasti nutrienti e fargli praticare esercizio fisico. È importante parlare con i bambini con sincerità e con un linguaggio semplice. Se ci sono dei cambiamenti, è bene fargli vedere gli aspetti positivi. È importante anche svolgere delle attività insieme, come ad esempio giocare o cucinare e divertirsi. Fare attività come il disegno, o altri giochi da tavola, possono essere un modo utile per far esprimere il bambino e farlo distrarre.

Quando i ragazzi crescono, le cose si complicano, infatti l’adolescenza è uno dei periodi più difficili della vita, le pressioni e lo stress sono alle stelle, tuttavia a casa dovrebbero sempre sentirsi sicuri, ciò dipende da noi e dal nostro atteggiamento. Dobbiamo porci favorevoli all’ascolto senza pressarli ulteriormente, cercando di farli sentire al sicuro, raccontando magari delle nostre esperienze passate, dobbiamo cercare inoltre di non essere mai troppo invadenti. Potremmo consigliare a nostro figlio di seguire delle sessioni di yoga o di svolgere un’attività che lo faccia sentire meglio.

Quando si prendono delle decisioni importanti, è bene chiedere il parere anche ai ragazzi su cosa ne pensano e cercare di trovare un compromesso tutti insieme sulla cosa migliore da fare. Evitare di prendere decisioni al posto loro è molto importante. Cerchiamo di ricordarci sempre che alla base dei rapporti umani dovrebbe esserci comprensione, la parola chiave infatti per far funzionare le cose è empatia.

Impostazioni privacy