Patologie che danno diritto all’esenzione totale con il ticket: visite, medicine ed esami gratis

Scopri quali sono le patologie che permettono l’esonero dal pagamento del ticket nel 2024, verifica se ne hai diritto.

L’esonero dal pagamento del ticket, è un beneficio riconosciuto a diverse categorie di persone, ciò consente di accedere ad alcuni servizi sanitari pubblici senza dover pagare.

Esenzione ticket, le patologie
Ticket, esonero dal pagamento- (ilciriaco.it)

L’esenzione dal pagamento del ticket, potrebbe dipendere da vari fattori come ad esempio l’età, la presenza di patologie o altri motivi. Ad essere esonerati dal pagamento del ticket, sono le donne in stato di gravidanza, ciò riguarda però solo alcune visite mediche ed esami specifici mirati proprio alla loro condizione.

È possibile essere esonerati anche a causa del proprio reddito, questo discorso si riferisce ai cittadini con meno di sei anni e a coloro che superano i 65 anni, che fanno parte di un nucleo familiare che ha un reddito complessivo annuo inferiore ai 36.000 ero circa. A non dover pagare il ticket, sono anche i nuclei familiari che presentano un reddito annuo inferiore agli 8260 €. Non deve pagare nemmeno chi percepisce la pensione sociale o chi è titolare di pensione minima e ha compiuto sessant’anni.

Esenzione ticket, quali sono le patologie che ti permettono di non pagarlo

Come abbiamo visto, esistono diversi casi in cui si può essere esonerati dal pagamento del ticket, tuttavia vediamo nello specifico quali sono le patologie per cui si è esonerati dal pagamento. Per alcune patologie, il sistema sanitario nazionale prevede la possibilità di usufruire dell’esenzione dal ticket per alcune prestazioni specialistiche.

Visite, medicine ed esami gratis
Ticket, patologie per l’esenzione- (ilciriaco.it)

Per ottenere l’esenzione, prima di tutto deve essere effettuata una domanda alla Asl di residenza, bisognerà presentare all’azienda diversi documenti, prima di tutto la certificazione che attesti la patologia in corso. In seguito sarà la stessa Asl a rilasciare un attestato di esenzione nel quale sarà riportata la patologia che consente l’esenzione.

Per poter usufruire dell’esenzione, è necessario soffrire di una malattia cronica che richieda un trattamento continuo durante un periodo di tempo. Ad esempio ad avere diritto all’esenzione, è chi soffre di alcuni tipi di cancro, chi ha la sindrome di Down, chi ha una patologia cronica renale, chi ha l’endometriosi, chi ha il rene policistico autosomico dominante, chi soffre di sclerosi sistemica progressiva o di ipertensione arteriosa.

Ad essere esonerati, sono anche soggetti sottoposti ad alcune tipologie di trapianto, per informarsi adeguatamente su tutte le patologie, è necessario consultare la banca dati in cui vi è l’elenco completo. L’ultima modifica è avvenuta attraverso il decreto del ministero della salute il 23 giugno del 2023.

Impostazioni privacy