Come ottenere un assegno INPS di 1.603 euro al mese: requisiti e domanda

Assegno Inps da 1603 euro: scopri come averlo e quali sono i requisiti per ottenerlo, tutte le informazioni in merito.

Alcuni cittadini potrebbero ottenere una somma allettante direttamente dall’Inps, la cifra massima a cui si può aspirare sono 1603 € che saranno corrisposti a determinate categorie. In un periodo come questo, dove il costo della vita è sempre più alto, e l’inflazione non tende a diminuire, sicuramente una cifra del genere farebbe comodo a chiunque. Sono molti infatti gli italiani infatti che faticano ad arrivare alla fine del mese.

Assegno Inps da 1603
Inps, assegno mensile- ilciriaco.it

Se da una parte gli stipendi e le pensioni sono basse, le spese purtroppo restano parecchie e anche molto elevate. L’ultima legge di bilancio ha introdotto diverse modifiche, ed alcuni cittadini potrebbero ottenere l’assegno, tuttavia come vale per molte altre agevolazioni, è necessario essere in possesso di determinati requisiti, senza i quali non sarà possibile ottenere il denaro. Vediamo a chi si rivolge l’agevolazione e come fare per ricevere la somma.

Assegno Inps allettante, scopri quali sono i requisiti per ottenere fino a 1603 €

La legge di bilancio 2024 si è occupata di diverse agevolazioni, tra cui alcuni trattamenti pensionistici come ad esempio quota 103 ed opzione donna. Secondo la manovra sono state attuate importanti restrizioni riguardo la pensione anticipata contributiva, che sarà riservata solo a chi risulterà privo di versamenti anteriori al 1996.Come ottenere un Assegno Inps, requisiti e domande

Assegno Inps da 1603 euro- ilciriaco.it

Per ottenere l’accesso al trattamento, è necessario possedere diversi requisiti tra cui quello anagrafico pari a 64 anni, sarà inoltre imprescindibile il requisito contributivo, pari a vent’anni. È stata stabilita inoltre anche una soglia minima riguardo la somma dell’assegno pensionistico, che sarà pari ad almeno 2,8 volte l’assegno sociale. La somma dunque potrebbe aggirarsi tra i 1400 € e 1600 € circa. Attualmente l’importo resta fermo a 2,8 volte l’assegno sociale, solo per le donne con un figlio scende a 2,6, quindi 1389 € per le donne con due o più figli.

Con la legge di bilancio inoltre, è stata introdotta per la prima volta una finestra di attesa pari a tre mesi ed un tetto massimo di importo pari a cinque volte il trattamento minimo, 2993 € per il 2024. Il trattamento sarà valido fino alla maturazione del requisito di età, per la pensione di vecchiaia ordinaria, ciò è quanto stabilito dalla legge. Per poter ottenere la pensione anticipata contributiva a 64 anni nel 2024, sarà richiesto il montante contributivo pari ad almeno 402.000 €.

Questo valore dovrà essere moltiplicato per l’attuale coefficiente di trasformazione relativo ai 64 anni di età, dunque per il 5,184% con il quale sarà possibile ottenere una pensione mensile di 1603 €, tre volte l’assegno sociale.

Arrivare ad una somma del genere chiaramente richiede versamenti non indifferenti durante l’arco della propria carriera lavorativa. Tenendo conto del tasso di capitalizzazione e del versamento di vent’anni di contribuzione infatti, per arrivare ad un montante di oltre 400.000 €, occorrerebbero versamenti annuali mediamente pari a 18.000 €, ciò significa che lo stipendio medio sarebbe di circa 54.500 € annui. In alternativa sarebbe valido anche un reddito di 72.000 € percepito in qualità di libero professionista iscritto alla gestione separata.

L’ipotesi si riferisce comunque ad un trattamento pensionistico con soli vent’anni di lavoro, ed è chiaro che maggiori saranno gli anni di contributi, e minori dovranno risultare gli stipendi o i redditi necessari per arrivare all’importo soglia minima.

Impostazioni privacy