I Carabinieri della Compagnia di Baiano, a seguito di un’articolata attività d’indagine protrattasi per circa tre mesi, coordinata dalla Procura della Repubblica di Avellino e diretta dal Procuratore Rosario Cantelmo, sono riusciti a risalire all’identità di 4 pregiudicati, alcuni dell’ avellinese ed altri della limitrofa provincia di Salerno, di età compresa dai 23 ai 48 anni, resisi responsabili del furto di €100.000,00 in contanti ai danni di un anziano 85enne di Montoro. Nei confronti degli stessi, la predetta autorità giudiziaria, concordando con le risultanze investigative, ha emesso un avviso di conclusioni indagini notificato dai Carabinieri nella giornata di ieri.

In particolare, i militari della Stazione di Montoro Superiore, unitamente a quelli del dipendente N.O.RM- aliquota operativa, a seguito del furto perpetrato nei confronti dell’anziano, hanno avviato un’ articolata attività d’indagine mediante la quale sono riusciti a ricostruire il progetto criminale e le dinamiche e le modalità attuate dai malviventi in questione. 

I quattro pregiudicati, in concorso tra loro, avevano infatti costretto la nipote 20enne dell’anziano a farsi consegnare le chiavi dell’appartamento del nonno, con la minaccia di fare del male a lei ed al nonno stesso. Gli stessi, sfruttando un momentaneo allontanamento dell’anziano dalla sua abitazione, si sono introdotti nell’appartamento rubando la somma di €100.000,00, divisi in banconote da € 50,00, provento di una vita di lavoro e sacrifici. Nel prosieguo delle indagini si è scoperto che buona parte dei soldi rubati è stata consegnata anche ad un altro pregiudicato dell’ hinterland salernitano, il quale è stato denunciato all’ autorità giudiziaria per ricettazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui