Background ADV
  • Mercoledì 12 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 00:48

Totogiunta, sale De Angelis ma gli alleati non mollano: Fi spinge per i Lavori Pubblici e “Mai Più” per urbanistica e ambiente

Il nome del sindaco di Chiusano sponsorizzato dai parlamentari del M5S. Oggi Ciampi presenta le dieci prioritĂ , malumori tra gli alleati

Totogiunta, sale De Angelis ma gli alleati non mollano: Fi spinge per i Lavori Pubblici e “Mai Più” per urbanistica e ambiente

Qualcosa bolle nella pentola del governo di salute pubblica che giovedì vedrà una prima 'cottura' ufficiale con la proclamazione del sindaco Vincenzo Ciampi e la convalida dei consiglieri eletti. Prima dell'appuntamento che si terrà a Palazzo di Città, Ciampi però nel pomeriggio odierno incontrerà la stampa, insieme ai consiglieri comunali del M5S, per presentare "Le 10 priorità per la città", ovvero le idee programmatiche scaturite dal lavoro dei pentastellati. «Idee comuni a tutti coloro che hanno contribuito al "Fronte del cambiamento"» dichiara il sindaco nella brevissima nota stampa inviata.

Un appuntamento che rischia di incrinare però proprio il rapporto tra il neo eletto primo cittadino e i suoi alleati al ballottaggio che, dopo aver inviato, ognuno per la propria parte, punti programmatici ritenuti prioritari attendevano una convocazione ufficiale per fare sintesi proprio sul programma del nascente governo di salute pubblica. Una chiamata che non è arrivata e che, stando al breve annuncio della conferenza stampa odierna, potrebbe non arrivare mai se le linee programmatiche che Ciampi si accinge a rendere note sono già frutto di una sintesi prodotta in solitaria.

Al netto del programma, qualcosa si muove sul fronte giunta che potrebbe vedere dei cambiamenti rispetto a quella che era la suddivisione delle deleghe dell'amministrazione precedente.
de angelisNessuna ufficialità per il momento, ma solo rumors che però, con il passare dei giorni, potrebbero trasformarsi in realtà. La giunta tecnica e di alto profilo non sarà scevra da indicazioni politiche che arriveranno da tutte o quasi le anime della variegata maggioranza Ciampi. La delega più pesante, soprattutto in vista dell'approvazione del bilancio consuntivo 2017, è quella al bilancio che il M5S terrà per sé affidandola nelle mani di Gianluca Forgione, mentre le società partecipate saranno affidate, non come delega assessorile ma come consulenza, a Fiorina Capozzi. Crescono notevolmente le quotazioni per la nomina del sindaco di Chiusano San Domenico, Carmine De Angelis, per i fondi europei e l'Area Vasta. Superato il rischio incompatibilità essendo la popolazione del comune altirpino inferiore ai tremila abitanti, l'indicazione del docente universitario esperto di pianificazione amministrativa, arriverebbe direttamente da alcuni parlamentari del Movimento.

Forza Italia invece starebbe premendo per la delega ai lavori pubblici, altro capitolo delicato considerando che tutti in campagna elettorale hanno sottolineato l'importanza di portare a termine con estrema urgenza i cantieri aperti.
Nomi tecnici potrebbero essere quelli indicati da Luca Cipriano e dal gruppo "Mai Più" per l'urbanistica, l'eventuale delegato potrebbe beneficiare dell'apporto della consigliera Marietta Giordano che proprio con la precedente amministrazione ha ricoperto quel ruolo, mentre il secondo nome dovrebbe riguardare la cultura, settore su cui si è concentrata molto la campagna elettorale della formazione civica.

Altra casella fondamentale da assegnare è quella all'ambiente. Settore che al momento vede in pole Alessandro D'Archi, giovane esperto di materie ambientali del M5S. L'alternativa, che però sembrerebbe meno percorribile, potrebbe essere rappresentata da un coinvolgimento dell'ingegnere Maurizio Galasso, già assessore con il compianto Antonio Di Nunno e proposto da Cipriano nel corso della campagna elettorale del primo turno. Una scelta, quella dell'assessore all'ambiente, da ponderare con molta attenzione soprattutto in considerazione della milionaria bonifica Isochimica da portare a termine nel corso dei prossimi anni.

Per le politiche sociali, al momento, l'unico nome emerso e di sicuro spessore professionale è quello del neuropsichiatra infantile Camillo Vittozzi, mentre resta da capire, sempre al netto di eventuali accorpamenti, che fine faranno annona e patrimonio.

Un totonomi che dovrà tener conto anche della quota rosa da garantire con un minimo di quattro assessori donna. Fuori dalla formazione della giunta il consigliere de La Svolta Inizia da Te Costantino Preziosi che non avrebbe avanzato alcuna pretesa se non di tipo programmatico. Il suo nome però potrebbe essere avanzato dallo stesso Ciampi, qualora il centrosinistra gettasse la spugna definitivamente, per la presidenza del consiglio.
Uno scenario su cui il condizionale è ancora d'obbligo, in attesa di risvolti che, in un modo o nell'altro, dovranno necessariamente arrivare nei prossimi giorni.

Ultima modifica ilGiovedì, 12 Luglio 2018 21:08

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.