Background ADV
  • Mercoledì 23 Agosto 2017 - Aggiornato alle 02:31

Ariano e IV Circolo, rinnovato ufficialmente il gemellaggio. Fir Campania, doppia assemblea nel weekend

Anche nella prossima C2 Ariano e IV Circolo Benevento giocheranno in gemellaggio. Confermato coach De Vanna in panchina. Ai nastri di partenza anche Zona Orientale Salerno e Angri Stallions, per un torneo che potrebbe raggiungere i 10 club. Comitato Campano, tutto pronto per le riunioni del weekend. Domani a Cetara l’assemblea di area IV, in cui si discuterà dei campionati di C1 con i vertici federali del Meridione. Venerdì l’assise territoriale, incentrata sulla C2 e le attività regionali. Relazione tecnico-morale, annata in flessione: il punto del presidente Senatore

Ariano e IV Circolo, rinnovato ufficialmente il gemellaggio. Fir Campania, doppia assemblea nel weekend

Il gemellaggio tra Ariano Rugby e IV Circolo Benevento proseguirà anche nella stagione agonistica 2017/2018. È questo quanto sancito dalla riunione congiunta tra il club ufitano e quello sannita, a convalida di quanto già le due società avevano informalmente deciso nelle scorse settimane. L’assemblea, tenuta lunedì a Benevento, ha inoltre confermato la guida tecnica della squadra nella figura di Lorenzo De Vanna, già presidente e allenatore del IV Circolo, mentre la novità riguarda il settore giovanile, per il quale si sta valutando la possibilità di coinvolgere anche i giovani rugbisti del Tricolle all’interno delle formazioni under 16 e under 18 dei beneventani. Anche la prossima C2 della palla ovale avrà dunque un XV in rappresentanza dell’Irpina, dopo la promozione dei Due Principati nella categoria superiore, e lo scioglimento dei Wolves Monteforte.

Ma se la partecipazione del IV Circolo Benevento/Ariano (nella foto di Vincenzo Camera) al prossimo torneo poteva essere data per scontata da tempo, discorso parzialmente diverso va fatto per un’altra compagine della categoria, proveniente stavolta dalla Valle dell’Irno. Ci riferiamo alla Zona Orientale Rugby Popolare Salerno, che proprio questo pomeriggio, attraverso le pagine del più celebre dei social network, ha divulgato la decisione, comunicando la già avvenuta iscrizione del club alla C2. Il giovane sodalizio, nato due anni fa, potrebbe non essere in ogni caso l’unica new entry del torneo 2017/2018. Sempre dalla provincia cilentana c’è infatti un altro club che sta provando a far quadrare i numeri per proiettarsi nei campionati ufficiali. Si tratta degli Angri Stallions Rugby, società fondata da un anno, che, sempre attraverso Facebook, ha manifestato nei giorni scorsi l’intenzione concreta d’iscrizione.

Sulla scorta degli aggiornamenti provenienti dal salernitano, ci si avvia verso una C2 che potrebbe oscillare tra le otto e le dieci squadre, sempre che tutte le formazioni dello scorso torneo abbiano completato con successo l’iter burocratico per l’adesione al nuovo, e che dal Comitato Campano non arrivino diverse indicazioni. A Vesuvio, Sarnese, Campobasso, IV Circolo, e Spartacus, si aggiungerebbero infatti Zona Orientale, Angri, e la neoretrocessa Afragola/Scampia, mentre resterebbero da vagliare la posizione di Napoli/Afragola sull’opportunità di allestire una formazione cadetta anche per la prossima stagione. Infine, ma non per ultimo, c’è il caso Lions Nato, il cui debutto l’anno scorso nella categoria ha evidenziato comunque oggettive difficoltà di sincronismo tra esigenze sportive e militari.

Di tutto questo si saprà verosimilmente di più dopo il prossimo venerdì, in cui i club campani si ritroveranno a Napoli in occasione dell’assemblea generale di Comitato, in programma a partire dalle 16.00 presso la sala riunioni del Coni di Napoli. L’assise verterà naturalmente sull’organizzazione delle prossime attività, ma ampio spazio verrà anche dedicato al bilancio sull’attività svolta nell’annata appena conclusa, per il quale ruolo centrale avrà la presentazione della relazione tecnico-morale e finanziaria del presidente regionale, Fabrizio Senatore. A questo proposito in settimana il Comitato Campano ha già provveduto a divulgare i contenuti del documento, che a differenza del passato ha evidenziato per la prima volta alcuni significativi segni meno sul trend del movimento ovale.

“Quest’anno, nonostante un inizio promettente, si è constatata una flessione dei tesserati generali (meno 400 tesserati) e un decremento dei nuovi tesserati rispetto alla scorsa stagione, che invero aveva visto un notevole incremento rispetto alle stagioni precedenti”. A dichiararlo, nel commentare la relazione, è lo stesso presidente Senatore, che aggiunge: “In flessione è anche il numero dei tesserati del minirugby (under 6), mentre la under 14 ha visto un incremento dei tesserati e delle società partecipanti all’attività. Ciò sta a significare che è stato fatto dalle società un buon lavoro di fidelizzazione nel passaggio dalla 12 alla 14, che fa ben sperare per il prosieguo dell’attività nel prossimo anno. Tuttavia – prosegue il numero uno del rugby campano - questi numeri stanno ad indicare che bisogna lavorare meglio sulla promozione e il reclutamento, migliorare gli interventi all’interno delle scuole e fidelizzare maggiormente i bambini e le famiglie con un’offerta che deve essere qualitativa per competere con la concorrenza di altre discipline sportive. I numeri – prosegue Senatore nella sua lucida analisi - testimoniano la fase di involuzione dello sviluppo del rugby in Campania, che perde tesserati, perde squadre, perde competitività, e testimonia la difficoltà delle società a puntare su una attività che possa essere di sviluppo sia quantitativo che qualitativo”. In questo senso il Comitato regionale invita i club, per quanto possibile, ad un ulteriore sforzo promozionale, oltre a garantire i soliti sostegno e supporto sull’organizzazione e la gestione dei club.

L’assemblea generale campana di venerdì non sarà in ogni caso l’unico appuntamento ufficiale del rugby regionale di questa settimana. Nella tarda mattinata dagli uffici di via Longo è infatti arrivato l’annuncio relativo all’imminente riunione dei Comitati di Area IV, che quest’anno si terrà a Cetara, in provincia di Salerno. L’appuntamento si terrà domani presso l’hotel Cetus, e servirà ad approfondire le linee programmatiche approvate dalla Fir nazionale in vista della stagione 2017/2018. Ampio spazio verrà dato ai campionati, soprattutto a quello di C1, con la verifica delle iscrizioni delle società e la valutazione di eventuali riammissioni ai tornei. Insieme al presidente Senatore prenderanno parte all’assise Antonio Luisi, presidente CR Lazio e coordinatore degli enti locali FIR, Giorgio Morelli, presidente CR Abruzzo, Grazio Menga, presidente CR Puglia, Orazio Arancio, presidente CR Sicilia, Salvatore Pezzano, delegato Calabria, Michele Sabia, delegato Basilicata, e Marco Santone, delegato Molise. Una curiosità in merito all’appuntamento federale riguarda la location. Svoltasi abitualmente a Roma presso la sede nazionale, la riunione di Area IV è divenuta itinerante a partire dal 2015. Ad ospitarla per la prima volta da allora fu la Sicilia, mentre nella passata stagione a fare gli onori di casa è stata la Puglia. Per la Campania si tratterà pertanto di un debutto.

Ultima modifica ilGiovedì, 27 Luglio 2017 01:01

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.