Background ADV
  • Domenica 22 Luglio 2018 - Aggiornato alle 22:16

Buscaglia: "Vittoria meritata per Avellino e sconfitta altrettanto meritata per noi"

"Loro sono stati più duri mentalmente e hanno meritato di portare a casa la vittoria. Ora dobbiamo riprendere l'inerzia del gioco"

Buscaglia: "Vittoria meritata per Avellino e sconfitta altrettanto meritata per noi"

Affranto e senza scuse, Maurizio Buscaglia si è espresso cosi nel post partita: “Non c’è molto da dire: abbiamo perso nettamente. Abbiamo peccato in intensità e dal punto di vista tecnico. Non siamo riusciti ad alzare la difesa e a disturbare la loro circolazione. Abbiamo giocato peggio di loro e tutto quello che non ci facevano sbagliare loro lo abbiamo sbagliato noi. Vittoria meritata da parte loro è sconfitta meritata per noi. Non siamo stati preparati mentalmente e devo interrogarsi su cosa io abbia sbagliato”

Sul buon impatto di Fesenko, sempre tenuto fuori dai match da Trento nelle precedenti partite: “Ha ricevuto palla con troppa semplicità. Avevamo un paio di accorgimenti che non siamo riusciti a mettere in campo. Rovesciano la cosa e speriamo di poterli applicare in gara tre”

Sui meriti di Avellino e i demeriti di Trento: “Loro sono stati più duri mentalmente e hanno giustamente portato a casa la vittoria. Noi quando abbiamo provato ad andare oltre i nostri limiti non ci siamo mai riusciti. Per cui è un mix tra meriti loro e demeriti nostri. Diciamo che è un mix relativo perché i loro meriti sono scaturiti dai nostri demeriti”

Sul palazzetto vuoto: “È difficile giocare così. Siamo stati in albergo a pensare cosa fare e a convincerci che una volta alzata la palla a due sarebbe stato solo basket. È anche bello giocare con i tifosi in campo.”

Sull’inerzia della serie: “Io non la guardo pensando alla serie ma pensando al gioco. Ed in questo momento è di Avellino. Ma io penso a cosa serve a noi per giocare meglio. Dobbiamo prendere l’inerzia della partita tra due giorni”

Sull’espulsione di Gomes: “È stata una situazione strana per tutta la partita: nel vuoto una protesta si sente di più. Gli arbitri sono stati anche bravi a gestire la cosa ma l’importante è capire che la cosa non era grande come sembrava. Questo lo dico con serenità”

Sul rilassamento dopo la vittoria di gara 1: “vincere non è mai un problema. Dovevamo vincere gara 1 e poi vincere stasera. Veniamo da 11 gare di alto livello ma non è una scusa. Il gioco è quello di vincere sempre. La prestazione di oggi non è giustificabile e ci deve far capire di dover migliorare mentalmente”

Ultima modifica ilMartedì, 15 Maggio 2018 23:48

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.