Background ADV
  • Martedì 13 Novembre 2018 - Aggiornato alle 05:47

La serie B resta a 19 squadre, addio sogni di ripescaggio per il Calcio Avellino

Il presidente Frattini vota contro ma la maggioranza decide di ritenere inammissibile il ricorso di sei societĂ . Domani i calendari di C, l'Us Avellino spera ancora

La serie B resta a 19 squadre, addio sogni di ripescaggio per il Calcio Avellino

Il Collegio di Garanzia del CONI ha dichiarato inammissibili i ricorsi per il cambiamento del format del campionato di serie che rimarrĂ  quindi quello delle 19 squadre. Deluse le speranze delle ricorrenti Ternana, Novara, Siena, Pro Vercelli, Catania, Virtus Entella ed anche della Calcio Avellino SSD che sperava nei posti liberi in serie C per giocarsi la carta del ripescaggio. 

"Il Collegio di Garanzia, a Sezioni Unite, HA DICHIARATO INAMMISSIBILI i ricorsi proposti da Ternana (R.G. 73-2018) e Pro Vercelli (R.G. 74-2018) contro la Lega Nazionale Professionisti Serie B e nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, della Lega Nazionale Professionisti Serie A, della Lega Italiana Calcio Professionistico, delle società Novara Calcio S.p.A., , Robur Siena S.p.A., Virtus Entella s.r.l., Calcio Catania S.p.A. per l'annullamento del provvedimento assunto dalla Lega Nazionale Professionisti Serie B del 31 luglio 2018, con il quale la predetta LNPB si è rifiutata di emettere le certificazioni di sua competenza, previste dal C.U. n. 18 del Commissario Straordinario in data 18 luglio 2018, nonché della decisione assunta dalla medesima LNPB di pubblicare il calendario del Campionato di Serie B 2018/2019 con l'organico a 19 squadre, resa nota dalla predetta Lega in data 10 agosto 2018, e di ogni ulteriore atto presupposto, annesso, connesso, collegato e conseguente ai predetti provvedimenti e decisioni".

Salva la precedente scelta fatta dal commissario FIGC Fabbricini: "Nonché i ricorsi proposti da Ternana (R.G. 75-2018) e Pro Vercelli (R.G. 76-2018) nei confronti della Federazione Italiana Giuoco Calcio, della Lega Nazionale Professionisti Serie B, della Lega Nazionale Professionisti Serie A, della Lega Italiana Calcio Professionistico, delle società Novara Calcio S.p.A., , Robur Siena S.p.A., Virtus Entella s.r.l., Calcio Catania S.p.A. per l'annullamento delle delibere del Commissario Straordinario FIGC del 13 agosto 2018, pubblicate con C.U. n. 47, n. 48 e n. 49 e del C.U. n. 10 della LNPB, con cui è stato pubblicato il Calendario relativo al Campionato di Serie B 2018/2019, nonché di ogni ulteriore atto presupposto, annesso, connesso, collegato e conseguente ai predetti decisioni".

"La decisione è stata assunta a maggioranza con il dissenso del Presidente del Collegio di Garanzia e di un componente".

Proprio il presidente Frattini, contrario alla decisione del Collegio di Garanzia, ha parlato all'ANSA: "Per la prima volta nella mia carriera da presidente ho votato contro la decisione presa a maggioranza. Finisce 3-2, con il mio voto contrario contenuto in una dichiarazione ufficiale che spiega l'inammissibilitĂ  di tutti i ricorsi. Il campionato continua a 19 squadre". 

I giudici non hanno ritenuto neanche entrare nel merito del ricorso respingendolo in quanto le sei ricorrenti avrebbero dovuto inoltrarlo al TFN, procedura che il Catania giĂ  aveva attuato per contrastare la leggittimitĂ  degli atti della Lega B di cui si discuterĂ  mercoledì prossimo a calendario giĂ  stilato (domani alle 11.30) e campionato di C giĂ  iniziato. Le speranze di riportare almeno a 22 squadre le partecipanti al campionato cadetto sono al lumicino. 

Per quanto riguarda le squadre avellinesi, spariscono i sogni di gloria del Calcio Avellino SSD, mentre continua a nutrire una speranza di riammissione l'Us Avellino 1912. Giovedì 13 ci sarà l'udienza al Tar contro l'esclusione dal campionato cadetto. Ma anche in caso di sentenza negativa, con Taccone pronto a ricorrete al Consiglio di Stato e poi al Tas di Losanna, il commissario Fabbricini con il benestare del presidente di Lega Gravina, potrebbe decidere di inserire la squadra in serie C oggi a 59 squadre e portarla a 60. In una pazza estate di calcio non è un ipotesi da scartare.

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.