Background ADV
  • Lunedì 10 Dicembre 2018 - Aggiornato alle 03:03

Calcio Avellino, Musa: "Paga Graziani ma siamo tutti responsabili"

Il direttore sportivo presenta Bucaro e fa mea culpa: “Io, insieme alla società, siamo pronti a rimettere in discussione il nostro lavoro e a ripartire"

  • di Federico Spinelli
  • 0 commenti
Calcio Avellino, Musa: "Paga Graziani ma siamo tutti responsabili"

L'esonero di Graziani ha accontentato parzialmente una piazza che aveva voglia di vedere un gioco spumeggiante e, soprattutto, più punti in classifica. Nel giorno della presentazione di Bucaro (leggi qui), si presenta al suo fianco anche il direttore sportivo Carlo Musa, che ha comunque più di qualche responsabilità. Perché se Graziani ci ha messo molto del suo, inevitabilmente anche la scelta di alcuni giocatori fatti dal d.s. stanno lasciando l'amaro in bocca.

Il giovane direttore sportivo ha anticipato le domande "non è stato piacevole ieri esonerare Archimede Graziani, perché con lui abbiamo intrapreso un percorso insieme. Ma dopo la sconfitta di domenica si è reso necessario dare un segnale forte alla squadra, bisognava avere un'inversione di tendenza. Paga Graziani, ma siamo tutti consapevoli che le responsabilità le ho io, la squadra. Dobbiamo tutti dare di più. Tornando indietro, comnque, sicuramente riprenderei Graziani come allenatore. Le cose non sono andate come ci aspettavamo, a fine anno faremo una conferenza e parleremo di tutta la stagione e di come sono andate le cose. Adesso torna ad Avellino il nuovo allenatore Bucaro, che era già stato qui sia da calciatore che da allenatore. Ho trovato una persona perbene, siamo in sintonia, può dare tanto alla squadra. Tutto lo staff è rimasto uguale, come sapete cambia soltanto il vice che sarà Cinelli. Siamo pronti per un nuovo cammino, vogliamo riportare l'Avellino nel calcio che merita".

L'esonero di Graziani è sicuramente anche un piccolo fallimento del direttore Musa, che ha iniziato insieme all'ex tecnico il percorso dal 18 agosto.  "Mi prendo assolutamente le mie responsabilità. Tutti abbiamo le nostre colpe. Ha pagato l'allenatore ma sappiamo che tutti dovevamo dare di più. Io, insieme alla società, siamo pronti a rimettere in discussione il nostro lavoro e a ripartire".

Con il cambio della panchina potrebbero cambiare le strategie sul mercato? Il direttore risponde così: "Intanto ringrazio Graziani per il lavoro svolto insieme. Se qualcuno doveva essere messo fuori, resterà fuori. Anche Bucaro ha visto i giocatori, dovremo fare con lui le valutazioni. Avevo già preso sott'occhio alcuni giocatori, ma chiaramente ora dovremo decidere insieme. Sicuramente qualche operazione verrà fatta, vogliamo fare un mercato importante. Ma vorrei far capire che non serve prendere giocatori di serie B o C, serviranno giocatori importanti per questa categoria. Per i giocatori importanti, che tra l'altro questa squadra ha già, ci sarà tempo".

Ultima modifica ilMercoledì, 05 Dicembre 2018 16:58

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.