Background ADV
  • Lunedì 11 Dicembre 2017 - Aggiornato alle 16:11

Trenta artisti tutte le sere, botteghe artigiane, enogastronomia e tanto entusiamo: questo è Canalarte

Appuntamento il 14 – 15 - 16 con la XX edizione dell’evento nel piccolo borgo antico di Canale a Serino. Eventi itineranti, stand enogastronomici e il fuori programma “Non cambiate Canale” la radio di trent’anni fa con Ottavio Giordano, Carmine Losco e Luca Preziosi

Trenta artisti tutte le sere, botteghe artigiane, enogastronomia e tanto entusiamo: questo è Canalarte

Presentata la XX edizione di "C'era una volta Canalarte" quest'anno dal titolo "Dedicato a chi pensava
che sapessimo volare". Una dedica a tutti coloro che in venti anni hanno creduto che Canalarte potesse
spiccare il volo, realizzando un progetto e un sogno comune. Le porte delle case di Canale di Serino sono
state aperte e lo saranno ancora per chi avesse voglia, ancora, di contribuire al successo e alla continuità che ad oggi diventano eccezione. L'appuntamento - per il 14, 15 e 16 luglio nella consueta e suggestiva località di Canale di Serino - vedrà protagonisti oltre trenta artisti ogni sera, dodici stand enogastronomici, più di 50 botteghe artigianali. La scenografia, ogni anno diversa, è dedicata in questa occasione al tema del volo, e quindi del sogno che si realizza.

Tra i tanti ospiti a presentare l'evento, anche il sindaco di Serino Vito Pelosi " Oggi è l'incasso di una scommessa che si è rivelata vincente. Canalarte è una manifestazione di respiro nazionale, e se è diventata un punto di riferimento è grazie alla sinergia tra istituzioni e associazioni che lavorano con attenzione alla promozione del territorio tutto l'anno. Serino – ha proseguito Pelosi – ha delle bellezze da invidiare, ma fino a qualche tempo fa erano un elenco di eccellenze senza collegamenti, stiamo lavorando facendo sistema con le realtà del territorio per farle emergere e far vivere Serino ed il piccolo borgo di Canale tutto l'anno. In tal senso siamo lieti di fregiarci del riconoscimento ricevuto dal nostro Carnevale che il Mibact ha riconosciuto storico. E' l'unico in Irpinia".

A custodire il segreto del successo di Canalarte è la presidente dell' omonima associazione Laura Rocco: "Venti anni vissuti sempre con lo stesso entusiasmo, siamo una squadra vincente perchĂ© sentiamo di appartenere a questa terra, la nostra terra. In venti anni abbiamo attraversato diverse vicissitudini, ma siamo riusciti a salvare il borgo dalle macerie ed il nostro obiettivo è sempre lo stesso: far vivere Canale tutto l'anno". A lavorare gomito a gomito con Laura Rocco la direttrice artistica Franca Filarmonico: "quest'anno abbiamo una nuova grafica realizzata sempre da Mario Giordano, la terza edizione di Canalewood e tanti altri appuntamenti. Un particolare grazie va agli artigiani che popolano le stradine del borgo con le loro interessanti creazioni". pelosi

L'assessore alla cultura Marcello Rocco ha portato con se due bottiglie d'acqua di Serino "La notizia dell'acqua inquinata si è diffusa a macchia d'olio in tutta la Regione Campania, in realtĂ  era un non problema. Ma come accade in queste circostanze la cattiva notizia si è diffusa mentre quella buona non è stata percepita. L'acqua a Serino è buona e quest'immagine non va sporcata. Serino city of the water è il marchio che dobbiamo esportare della nostra comunitĂ ". Marcello Rocco ha anche voluto sottolineare il lavoro che c'è dietro la manifestazione "fatto da tanti volontari che ogni anno si ritrovano ed hanno l'unico obiettivo della riuscita della manifestazione". 

Tra gli ospiti d'eccezione il Presidente dell'Unione Regionale Cuochi della Campania, Luigi Vitiello: "Ormai da anni siamo presenti a Canalarte, vuoi per amicizia, vuoi perchĂ© qui si valorizzano sul serio i prodotti tipici locali. In occasione di questi venti anni, in particolare il 16 luglio dalle ore 18, le nostre cucine verranno aperte al pubblico in un angolo strategico di Canale, una sorta di open day della gastronomia". 

Previsti anche eventi nell'evento, tra cui in particolare la presenza del noto artista Carlos Atoche che ritornerĂ  per la seconda volta alla tre giorni di Canale di Serino per realizzare dal vivo un murales al centro del paese chiamato "l'estasi di Santa Foresta". Spazio anche al cinema con la terza edizione di "Canalewood - chi ha detto che non sapevamo volare?", cinema da strada a cura di Umberto Rinaldi che ripropone spezzoni di film nazionali ed internazionali che hanno fatto la storia della settima arte reinterpretati dai cittadini di Canale.

Fuori programma eccezionale è rappresentato da "NON CAMBIATE CANALE - una radio fa" condotto da Carmine Losco, Ottavio Giordano e Luca Preziosi che festeggeranno i loro trent'anni di radio in occasione del ventennale di Canalarte con un revival della migliore musica anni Settanta, Ottanta e Novanta.

 

Ultima modifica ilSabato, 17 Giugno 2017 19:51

1 commento

  • carlo
    carlo Venerdì, 14 Luglio 2017 23:50 Link al commento

    Fieri di essere Irpini nel mondo!

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.