Background ADV
  • Giovedì 19 Luglio 2018 - Aggiornato alle 00:14

Stir, Mazza: Penna doveva opporsi all'ampliamento

Stir, Mazza: Penna doveva opporsi all'ampliamento

"Ho condiviso le critiche rivolte ad Arpac da parte dell'assessore all'ambiente del Comune di Avellino Augusto Penna. Infatti Penna ha lamentato l'assenza di Arpac in conferenza dei servizi e soprattutto l'espressione di un parere non calibrato sull'oggetto della discussione svoltasi ieri a collina Liguorini. Fin qui siamo d'accordo. Però non capisco la sua astensione. Vorrei sommessamente ricordare all'assessore che egli è, a mio avviso, vincolato dalle decisioni assunte dal consiglio comunale di Avellino.

Infatti con la delibera n. 18/2017 del 10.02.2017, votata all'unanimitĂ , viene deciso, tra le altre cose -punto 4 del deliberato- che il Consiglio Comunale di Avellino :"Esprime ferma opposizione a qualsiasi forma di ampliamento dell'impianto di trattamento dei rifiuti Stir sito in Pianodardine sia in relazione all'identificazione, sia alle quantitĂ  dei rifiuti trattati." Il punto citato non mi sembra si presti ad alcuna interpretazione. Con la suddetta deliberazione il consiglio, ripeto all'unanimitĂ  e dopo un intero pomeriggio di discussione impegnava il sindaco Foti a perseguire gli obiettivi indicati nella delibera in tutte le sedi istituzionali e con tutti i mezzi forniti dalla legge.

Assessore Penna, perché ha ritenuto di non appellarsi al contenuto della delibera n.18/2017?

Sindaco Foti, quali sono le iniziative intraprese per ottemperare ad una unanime e motivata decisione del civico consesso della cittĂ ?" 

A dichiararlo è Franco Mazza presidente dell'associazione Salviamo la Valle del Sabato

Lascia un commento

Assicurati di inserire (*) le informazioni necessarie ove indicato.
Codice HTML non è permesso.