Mancano ormai 10 giorni scarsi al termine del calciomercato, e appena una settimana per l’inizio del campionato. La rosa dell’Us Avellino è quasi totalmente definita negli uomini.

È quel quasi, però, a fare la differenza. Perché in base a quali saranno gli ultimi rinforzi per migliorare la squadra si potrà dare una valutazione più o meno alta alla campagna trasferimenti. Fino ad ora diversi gli uomini arrivati (a fronte anche di diverse inevitabili uscite), ma manca ancora il colpo che scalda il cuore dei tifosi, quello che fa pensare a tutti “l’Avellino è la squadra da battere”.
Perché la società, nella conferenza di qualche tempo fa, esplicitò chiaramente come l’obiettivo per la prossima stagione fosse quello di migliorarsi. E meglio di un terzo posto in classifica e una semifinale playoff, non può non esserci la promozione. A fronte di ciò, era dunque lecito aspettarsi qualcosa di più. Ma non è ancora troppo tardi, chissà che la proprietà non intervenga proprio negli ultimi giorni. In attesa di Micovschi e (chissà) di una ciliegina, una possibile valutazione sul mercato biancoverde è dunque ancora in stand-by.

Intanto nella giornata di oggi si avrà la presentazione della prima maglia, nonché della campagna abbonamenti, che vedrà finalmente i tifosi biancoverdi tornare protagonisti sugli spalti del Partenio-Lombardi. I lupi scenderanno in campo domenica 29 agosto alle 20.30 contro il Campobasso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui