Gianluca Festa prepara la fase 2 per Avellino. Nella sua consueta diretta facebook del lunedì sera il sindaco annuncia le prossime riaperture e le iniziative di sostegno a commercianti e cittadini in grave difficoltà economica.

“La fascia di età che ha maggiormente subito i traumi della crisi sono i bambini in particolar modo quelli che soffrono di patologie. Stiamo verificando la possibilità di riaprire Parco Santo Spirito, Parco Palatucci e Campo Coni per organizzare una sorta di ludoteca all’aperto e consentire ai bambini di riappropriarsi dei propri spazi e della loro libertà. Con il contributo di volontari ed educatori e il coinvolgimento del Piano di zona, immaginiamo progetti che coinvolgano i bambini. Avverto il disagio e le difficoltà di molti genitori, soprattutto di quelle famiglie in cui ci sono bambini che hanno problemi e non riescono più a stare in casa. E’ doveroso dare una risposta” dice Festa. C’è poi il dramma del commercio, in particolare di quelle categorie, come parrucchieri e centri estetici che non potranno aprire prima del 1 giugno. “Ricevo sollecitazioni costanti da queste categorie. Oggi si è detto che cominciava la fase 2 ma la ripartenza è lenta. Sono pochissime le attività che hanno ripreso, per altre è impossibile. Quando sento dire che per altri un minimo di normalità si potrà riprendere da giugno, dico che non possiamo accettare supinamente che questa sia la prospettiva per questi lavoratori. Dobbiamo mettere in campo richieste a Governo e Regione anche per la formazione e attività artigianali. Non possiamo consentire che alcuni nostri cittadini siano ancora rinchiusi in casa per una altro mese, fanno parte del nostro tessuto produttivo che così si sgretola- dice Festa che poi annuncia- stiamo immaginando di rastrellare fondi relativi ai residui di vecchi finanziamenti europei, prevalentemente si tratta di interventi non realizzati del Piu Europa. Somme che, con l’approvazione del prossimo bilancio, destineremo in quota parte per andare incontro alle esigenze del commercio e delle attività produttive cittadine. Una provvista, mentre attendiamo buone notizie sulla Tari, che vogliamo togliere. L’amministrazione non lascerà soli questi commercianti: stiamo immaginando azioni in loro favore. Stiamo pensando alla ripartenza. Da questa mattina sono riprese alcune attività di manutenzione perché vogliamo dare il segnale che stiamo riprendendo la attività amministrativa pian piano”. Tra le iniziative al vaglio dell’amministrazione anche la riapertura del cimitero e l’incentivazione del bike sharing. “Lavoriamo- prosegue il sindaco- alla pubblicazione di un bando da 377mila euro per indigenti per il pagamento di bollette che alcuni non sono riusciti a pagare perchè è mancata la disponibilità economica. Domani sarà pubblicato il bando per i fitti rivolto a chi a marzo e aprile ha maggiormente risentito della crisi e subito o una riduzione del 50% del fatturato per le attività commerciali, o del 20% per i lavoratori per un imponibile 2018 fino a 35mila euro, possono partecipare al bando per avere un contributo fino a 750 euro. Il plafond regionale ammonterebbe a 6 milioni di euro, gli uffici comunali valuteranno le domande e invieranno la graduatoria alla Regione per l’erogazione del contributo”.

Infine la dura condanna contro un gesto davvero poco nobile, registrato in diversi condomini della città: “Non posso immaginare che si sia fatta la corsa al furto della mascherina inviata dalla Regione nella buca della posta del nostro vicino. Ma stiamo scherzando? Dopo aver dato grande esempio di educazione e responsabilità, scivoliamo su una buccia di banana vergognosa non giustificata da nessuna difficoltà.  Non voglio che per il gesto di pochi, la mia comunità venga messa alla berlina. Se c’è un problema venite da me, io mi attrezzerò per garantirvi la consegna dei dispositivi. Ma mai più gesti simili”.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore, inserisci il tuo nome qui